User experienceSEO, digital, social network, siti web; tutto sembra fatto solamente di algoritmi. La realtà è che questi sono realtà che mettono in comunicazione le persone. Questo il presupposto essenziale per parlare di User experience. Scopriamo di cosa si tratta, come conciliarla con i motori di ricerca e come valorizzarla in maniera vincente.

User experience: significato e definizione

Di per sé il principio di User experience non riguarda solamente il web, ma la risposta che un utente ha quando utilizza un servizio, un prodotto, eccetera.

Applicata al web l’User experience è quindi l’esperienza e l’impressione che ogni utente ha quando utilizza un sito, un servizio online, un social network, eccetera. Trattandosi di un’esperienza, quindi di qualcosa di soggettivo, può risultare difficili non solo definirla, ma anche migliorarla e comprendere quali sono le percezioni che portano ogni singola persona ad avere una percezione positiva o negativa della sua attività online.

Se è vero che l’esperienza è soggettiva è altrettanto vero che ci sono aspetti che accomunano tutte le esperienze degli utenti. È quindi possibile in parte misurare l’User experience, verificarla e capire come intervenire per migliorarla.

SEO e User experience

Prima di capire quali sono gli elementi che determinano l’User experience è fondamentale precisare come questa sia importante per la SEO. Nonostante non ci siano indicazioni ufficiali è evidente come la User experience incida sulla SEO.

Sarebbe curioso se non lo fosse. Infatti l’attività online è sempre ed esclusivamente pensata per gli utenti. Se la loro esperienza online è positiva è perché quel sito ha un’ottima SEO, altrimenti non genererebbe un’esperienza positiva. Per questo è molto probabile che alcuni degli elementi dell’User experience siano proprio dei fattori di ranking presi in considerazione degli algoritmi di Google.

Gli elementi dell’User experience

Arriviamo quindi al cuore della questione andando a individuare quali sono gli elementi che determinano una buona User experience. È utile sottolineare come molto si potrebbe risolvere in questo senso pensando come utenti, prima ancora che come produttori di contenuti. Ognuno di noi, infatti, utilizza il web come utente e sceglie un contenuto rispetto a un altro in base a determinate caratteristiche. E ognuno di noi valuta la propria attività online positivamente o negativamente. In base a quello che riceviamo possiamo capire come ottimizzare la nostra presenza online per rendere migliore l’esperienza dei nostri visitatori.

I principali elementi che consentono agli utenti di avere un’esperienza positiva della loro attività online sono:

  • risposta del server;
  • caricamento delle pagine;
  • ottimizzazione mobile;
  • compatibilità con i browser;
  • contenuti pertinenti ed esaustivi;
  • l’usabilità;
  • assistenza, FAQ e supporto clienti.

Non esiste web senza velocità e oggi questo è più vero che mai. Per questo è fondamentale appoggiarsi su un server stabile che risponda rapidamente e che consenta anche che il caricamento delle pagine sia immediato. Dover attendere anche più di un paio di secondi per veder caricare una pagina significa non soddisfare le aspettative dell’utente e portarlo a premere il tasto indietro e aprire un altro risultato.

In questo senso è fondamentale anche l’ottimizzazione per il mobile. Più che da desktop il traffico maggiore arriva da dispositivi mobile. Il sito deve sapersi adattare, essere compatibile con i vari browser e permettere non solo un caricamento veloce, ma anche una consultazione ottimale. Quante volte capita di aprire un sito e vedere testo e immagini sballati e non formattati correttamente? Anche questo è un elemento che incide pesantemente sull’User experience.

Perché stiamo su internet? Perché consultiamo siti, navighiamo tra le pagine e utilizziamo i servizi digitali? Fondamentalmente per cercare informazioni. Ed è queste che l’utente deve trovare. È quindi imprescindibile che il sito offra contenuti chiari, leggibili ed esaustivi alla ricerca compiuta dall’utente. Questo il cuore del problema. Tutto il resto è “solamente” un supporto al raggiungimento di questo scopo.

Così come lo sono anche l’usabilità e la presenza di supporto e assistenza per gli utenti. Come funziona la navigazione nel sito? È chiara, semplice e lineare? Le interfacce e la grafica sono facilmente individuabili e rispondenti alle esigenze di chi sta navigando? Se ci sono difficoltà l’utente riceve supporto? Tutte queste domande fanno luce su tantissimi aspetti su cui lavorare per migliorare l’User experience.