Utilizzare degli URL SEO friendly riveste una grande importanza nel complicato e lungo processo di ottimizzazione SEO di un sito web.

Troppo spesso i webmaster si preoccupano di ottimizzare gli articoli ed i contenuti del sito, ma non si curano abbastanza di preparare degli URL SEO friendly: si tratta, come stiamo per vedere, di uno step fondamentale per poter garantire una ottimale posizione del sito.

Fortunatamente creare URL SEO friendly non è difficile come potrebbe sembrare: occorre un po’ di attenzione e cura del dettaglio. Per capire in che modo creare url che siano customizzati lato SEO è benefico per il tuo sito web, è bene fare un passo indietro e capire in che modo si struttura un url.

Un url è formato da diverse parti: il protocollo (il classico https è il più usato e sicuro, oggi come oggi), il sottodominio, il dominio, il dominio di primo livello, e quindi l’eventuale sottocartella, nonché la parte finale, detta Pfad.

Una URL SEO friendly è una url di semplice comprensione per i motori di ricerca, che sono c.d. parlanti, ovvero url per i quali è possibile capire l’argomento chiave già dalla sua struttura. Questo è benefico per il tuo sito web in quanto il posizionamento dello stesso può dipendere anche da quanto l’url è parlante e ottimizzato lato SEO.

Parliamo della creazione di URL SEO friendly per nuovi url (modificare quelli esistenti non solo non è facile, ma potrebbe essere una mossa deleteria proprio dal punto di vista SEO). Cerchiamo quindi di capire in che modo cerare nuovi URL SEO friendly per ottimizzare il tuo sito e le sue pagine sui motori di ricerca.

Come si creano gli URL SEO friendly?

In che modo è possibile creare URL SEO friendly in modo semplice ma efficace?

Per creare degli URL che siano quindi ottimizzati per i motori di ricerca e che migliorino la posizione del tuo sito web, segui questi semplici consigli.

  1. Più semplice e breve è, meglio è. La regola della semplicità e della brevità è molto, molto importante: tieni conto che un url breve è spesso preferibile rispetto ad uno lungo ed articolato. Cerca di mantenerti, indicativamente, al di sotto dei 50 o al massimo 60 caratteri di lunghezza. Un url corto e breve, semplice, permette di andare dritto al puno degli argomenti chiavi che vi sono trattati.
  2. Attenzione alla grammatica. Gli URL SEO friendly son, prima di tutto, assolutamente impeccabili e corretti dal punto di vista semantico e grammaticale. Attenzione, quindi, a non sbagliare a scrivere l’url: cerca di leggerlo più volte e di correggere subito errori (che possono pregiudicare anche l’accessibilità del sito da parte dell’utente, quindi l’UX). Pensa come l’utente medio: fra un url parlante, semplice e corretto ed uno che risulta una accozzaglia di numeri e di lettere a caso, che cosa cliccheresti più volentieri?
  3. Non usare la punteggiatura all’interno dell’url, perché questo non lo farebbe risultare semplice, chiaro e di immediata lettura. Inoltre, è consigliabile evitare di utilizzare gli hashtag all’interno degli url.
  4. Una strategia utile è quella di creare url identici ai titoli degli articoli che vi sono contenuti. Se non uguali, titoli e url dovrebbero comunque essere estremamente simili e sempre coerenti. In questo modo sappiamo subito di che cosa parla l’url e di che cosa parlerà l’articolo che vi è contenuto.
  5. Ci sono url multipli? Usa correttamente la canonizzazione in modo da dare delle direttive chiare e precise ai crawler dei motori di ricerca.
  6. Se puoi, utilizza un singolo dominio e non troppi sotto-domini, perché in questo modo puoi ottenere un miglioramento dal punto di vista del ranking del tuo sito web.
  7. Inserisci le parole chiave corrette (ma senza esagerare). Un punto davvero chiave per creare URL SEO friendly è quello di usare ed inserirvi le parole chiave corrette per posizionare il contenuto. Inserire le parole chiave dentro l’url è un ottimo modo per migliorare il suo posizionamento sui motori di ricerca ed è parlante rispetto a quanto è trattato e contenuto all’interno della pagina. Se volete migliorare la vostra posizione sui motori di ricerca e l’interazione con gli utenti, inserire le parole chiave dentro l’url è un punto fondamentale. Si tratta di un (piccolo, ma comunque presente!) fattore di ranking. Attenzione: per costruire URL SEO friendly usa le parole chiave ma evita assolutamente la pratica del keyword stuffing, ovvero l’utilizzo ripetitivo e compulsivo di parole chiave per cercare di sovra-ottimizzare il sito. Questa pratica è da tempo penalizzata dai motori di ricerca, che la considerano un tentativo di manipolare i risultati per posizionarsi meglio. Attento, quindi, ad abusare delle keyword: rischi di ottenere l’effetto contrario rispetto a quello che vorresti!