link building seoGestire la SEO di un sito è una questione di attenzione e di studio costante per cercare di migliorare il posizionamento di un sito.

Non si possono usare trucchi, e Google ha imparato a controllare la qualità dei post e di conseguenza, per posizionarsi al meglio, bisogna ‘giocare pulito’ ed impegnarsi. Ci sono degli eccellenti strumenti che consentono di migliorare il posizionamento ma richiedono costanza, pazienza e soprattutto studio costante della SEO.

La link building è uno degli strumenti che può far decollare un sito e migliorare di molto il suo posizionamento nella Serp dei motori di ricerca, purché venga fatta bene. Ha un valore fondamentale nel posizionare il sito ed è uno dei fattori SEO off-page più importanti, conoscerla quindi è fondamentale.

Grazie ad essa è possibile migliorare il posizionamento del proprio sito, la sua autorevolezza agli occhi degli algoritmi Google e di conseguenza fargli scalare i motori di ricerca.

Creare collegamenti

I link esterni, cuore della SEO Off-Page, sono link al proprio sito ospitati su altri siti: ovviamente, però, non basta “spammare” i link su altri siti, anzi. Google negli ultimi anni è sempre più attento a controllare la qualità e la pertinenza dei link e di conseguenza bisogna studiare bene il piano per far sì che funzioni. In linea di massima, se dei link al proprio sito sono ospitati su portali che hanno pertinenza col tema trattato e che sono autorevoli, questo può permettere un bel balzo avanti nel posizionamento del proprio sito.

Qualità o quantità ?

Se fino a qualche anno fa bastava avere qualche decina di link esterni al proprio sito per ottenere una buona indicizzazione, oggi non è più così. Oggi è più importante fare link building di qualità, piuttosto che puntare sulla quantità: infatti Google potrebbe penalizzare pesantemente un sito se la link building viene usata in modo sconsiderato.

Avere un buon numero di link esterni al sito è quindi un buon distintivo, ma soprattutto bisogna avere link esterni di qualità, che siano ospitati su siti e portali pertinenti al tema che tratta il tuo sito, e che siano contenuti di qualità ed affidabili. In caso contrario, la strategia SEO off-site potrebbe rivelarsi un pericoloso boomerang.

Per farla bene bisogna innanzitutto scegliere molto bene i siti sui quali far ospitare i link: controllare i livelli di traffico ma anche la qualità del sito, la sua autorevolezzae infine anche la pertinenza col tema. I contenuti esterni, che spesso sono guest post, devono assolutamente essere di buona qualità perché Google li percepisca come utili.

Ricapitolando, è necessario scegliere bene i siti dove pubblicare link esterni:

  • Tenendo conto della loro autorevolezza
  • Tenendo conto del tema trattato: Google non vedrà mai di buon occhio un link esterno al vostro sito, che tratta ad esempio di rimedi naturali, se ospitato su un sito che si occupa di scommesse sportive, poiché i temi sono ovviamente in contrasto.