anchor-text-perfetta-link-buildingL’attività SEO legata alla link building richiede attenzione al dettaglio, soprattutto ora che Google ha affinato i suoi algoritmi e controlla molto bene che si producano contenuti naturali e di qualità per l’utente.

Fra le attività SEO che ogni web master dovrebbe conoscere, quando si fa link building, anche la corretta impostazione delle anchor text al fine di ottenere backlinks efficaci : le anchor text sono quelle parole chiave o brevi frasi alle quali si ‘incolla’ un link.

Se prima del 2012 si potevano raggiungere ottimi posizionamenti pur linkando esclusivamente su chiavi esatte, oggi invece il motore di ricerca richiede un po’ di attenzione in più e se si vuole posizionare bene il sito su Google occorre tenerlo presente.

Non esiste un solo tipo di anchor text ma diverse tipologie, quali:

  • gli url (naked links): si tratta di anchor text che sostanzialmente riprendono l’intero url, cioè l’indirizzo del sito, postato direttamente nel testo.
  • Brand: si tratta di anchor text che riportano il nome del sito web, ad esempio “il sito di TizioCaio”.
  • Branded, si tratta di anchor text che riportano anche il nome del sito “cliccate qui per maggiori informazioni sul sito di TizioCaio”.
  • Navigazionale: si tratta di anchor text senza parole chiave e con invito esplicito, del tipo “vedete questo sito per maggiori informazioni”
  • Frase: l’anchor text è connessa ad una frase intera.
  • L’anchor text esatta: coincide esattamente con la parola chiave (ad es. “dieta per perdere peso” o “dieta per dimagrire”).

Come scegliere in modo naturale le anchor text

Per posizionare al meglio un sito web, le anchor text dovrebbero essere scelte in modo naturale. Per tenere conto della scelta dovreste prendere in considerazione due elementi:

  • l’usabilità e la cosiddetta user experience. Vale a dire che la semplicità del testo fa sì che l’user experience sia nettamente migliore, quindi evitate di scegliere come anchor text parole che non hanno significato e che non descrivono all’utente che cosa troverà una volta che ci cliccherà sopra. Evitate quindi le anchor text casuali, se possibile.
  • La SEO: ovviamente nella scelta delle anchor text bisogna tenere conto della SEO.
  • Usate anchor text naturali che non facciano sospettare di un’azione artificiale. Usate come anchor text soprattutto il nome del brand, un url, o anchor text navigazionali. Inoltre ricordate che queste parole hanno maggior valore se sono all’interno di un contesto che spiega che cosa si sta facendo e a che cosa si sta linkando (ad esempio un articolo). Questo, si torna al discorso di prima, migliora anche la user experience. Ad esempio, se scrivete un articolo sulla dieta, potete linkare un articolo sui benefici di una certa verdura o frutta: questa è un’anchor text di valore perché permette di approfondire il testo e risulta coerente ed integrata nel contesto dell’articolo.

La giusta percentuale di anchor text nel testo

Fra i consigli che mi sento di darvi sul punto, c’è quello di fare molta attenzione alla suddivisione percentuale delle varie tipologia di anchor text, in particolar modo quelle su chiave esatta. Non abusatene perché altrimenti correte il rischio di venire pesantemente penalizzati da Google che potrebbe considerare sospetta la vostra attività.

Quelle che seguono sono le percentuali a cui sono solito fare riferimento nelle mie attività di link building. ATTENZIONE: NON è legge, NON è scienza esatta, sono solo valori di massima, che per altro posso cambiare in base alla nicchia e al profilo link dei siti concorrenti.

In linea di massima  io tengo una percentuale di naked links non superiore al 15 %, una di brand / branded anchor text che non superi il  60 % per non essere classificati come spam da Google, , anchor text a frase (con e senza chiave esatta in essa incLusa) non sopra il 10%, anchor text navigazionali non sopra il 10%, exact match anchor text non sopra l’5%.

Il miglior posizionamento si ottiene con link molto ben studiati, per questo è di fondamentale importanza integrare al meglio l’anchor all’interno del contesto dove è posizionata.

In questo modo Google considererà ‘naturale’ l’impostazione delle anchor text nel testo e non vi tratterà come se steste facendo spam.