aumentare visibilità sito googleSe esistesse una guida ideale per webmaster, probabilmente l’argomento più cercato sarebbe: ‘posizionarsi su Google?’

In effetti il posizionamento organico sul più famoso dei motori di ricerca è la finalità ultima di un lavoro, spesso gravoso, come quello dei webmaster che si occupano di cercare di ottimizzare un sito dal punto di vista SEO per migliorare il suo posizionamento.

Se anche tu hai un sito web e vuoi scoprire i segreti di un posizionamento ideale, ecco qualche consiglio che potrà tornarti utile.

Sapere come posizionarsi su Google è di fondamentale importanza, perché secondo alcune statistiche, chi fa una ricerca per parola chiave tende a cliccare sui primi risultati che trova – che in genere sono le prime 10 posizioni, quindi non oltre la prima pagina. Bisogna lavorare molto e bene sulla SEO del sito per posizionarsi su Google al meglio e conquistare la serp.

Come si posiziona un sito web?

Partendo dall’origine, Google – ma anche gli altri motori di ricerca – effettuano l’indicizzazione del sito web automaticamente, nella maggior parte dei casi quindi quando si crea una pagina non c’è bisogno di segnalarlo al sito che procede in autonomia alla sua indicizzazione. In alcuni casi però Google non individua da solo un sito, ed allora bisogna segnalarlo. Se il tuo sito non appare all’interno della SERP del motore di ricerca, devi andare alla pagina Aggiunta/aggiornamento di un Url del tuo account in Search Console, inserire l’Url ed aggiungerlo semplicemente. Google provvederà all’indicizzazione nell’arco di qualche ora/giorno.

Come posizionarsi su Google con la SEO

Non si scappa: se si vuole realizzare un ottimo posizionamento organico del sito su Google bisogna imparare la tecnica della SEO, che consiste in un complesso insieme di tecniche che consente di posizionare un sito nelle prime pagine.

Il primo passo per usare bene la SEO è capire quale è la parola chiave o le parole chiave con le quali si vuole indicizzare il sito. Non bisogna correre il rischio della sovraottimizzazione e neppure rischiare di esagerare con l’uso di parole chiave troppo battute (che comunque può comportare anche la penalizzazione da parte di Google).

Usate bene le keyword che avete scelto nel titolo del vostro articolo, e in modo naturale all’interno del testo per un numero non esagerato di volte, a seconda anche della lunghezza.

Create contenuti che siano davvero di alta qualità per l’utente: Google non guarda tanto al numero di contenuti, ma alla loro lunghezza, qualità, originalità perché cerca di privilegiare i post che diano un reale valore all’utente, informazioni non scontate e sempre aggiornate.

Nella ricerca di parole chiave che sono utili per posizionarsi su Google possiamo consigliarvi alcuni tool SEO di ottima qualità che possono darvi una mano. In questo modo potrete sempre sapere sia quali sono le parole chiave più battute da usare, quelle meno battute che potete utilizzare per non dover competere con dei veri colossi, e anche i trend in fatto di news per creare delle notizie sempre fresche.

Ricordate che per Google il vero protagonista di tutta l’esperienza è l’utente, di conseguenza verranno premiati contenuti originali, aggiornati e di ottima qualità, ma anche ben strutturati (con l’uso di paragrafi e sotto paragrafi, grassetto, keyword e niente errori grammaticali).

Non dimenticate che per posizionarsi su Google è importante anche usare bene la SEO off page.

Parliamo di link building cioè della pubblicazione di guest post di valore e alta qualità su siti autorevoli con backlinks ai nostro sito. In questo modo Google potrà aumentare il vostro posizionamento nei motori di ricerca, regalandovi delle posizioni migliori.