agenzie seo romaQuanto è importante per un sito un buon posizionamento organico sui motori di ricerca? La risposta è: moltissimo.

Non è solo importante, è assolutamente fondamentale che un sito goda di un buon posizionamento per avere maggiori accessi organici e per potersi far conoscere ad una platea di persone ampia.

Qualsiasi sia il prodotto o servizio del quale vi occupate, è fondamentale quindi che il vostro portale si trovi in una buona posizione sui motori di ricerca. Ovviamente questo non è casuale: il posizionamento organico per keyword è infatti il risultato di un’ottimizzazione SEO sia on page che off page (la c.d. link building) che spesso dura mesi ed anni, il risultato di un duro lavoro, di costanza ed impegno per mantenersi aggiornati rispetto agli algoritmi di Google.

Si deve davvero faticare ogni giorno per cercare di conquistare e poi anche di mantenere una buona posizione nei motori di ricerca, ma è possibile farlo grazie a qualche consiglio che può indicarvi come migliorare il posizionamento su Google e di conseguenza come scalare la Serp.

Ma come fare concretamente a migliorare il posizionamento su Google? Quali sono i consigli migliori per cercare di ottenere una posizione migliore sui motori di ricerca e per cercare di risultare primi per parola chiave? Vediamo qualche consiglio su come fare al meglio questa operazione di miglioramento sui motori di ricerca.

Analizzare le parole chiave per migliorare il posizionamento

Per migliorare il posizionamento su Google è necessario innanzitutto fare una analisi compiuta delle parole chiave più efficaci per l’azienda.

Infatti spesso si cerca di realizzare un’ottimizzazione SEO per parole chiave che sono eccessivamente competitive e complesse, e non si ottengono buoni risultati.

La soluzione migliore? Cercare di optare per le keyword in modo intelligente, prima di operare ogni processo di ottimizzazione. Se la vostra azienda si occupa di vendere, ad esempio, articoli sportivi, potete optare per un posizionamento su Google che non si basi sulle parole chiave troppo classiche come ‘vestiti sportivi’ ma ad esempio ‘vestiti tennis’ o ‘vestiti calcio’ in modo da ottimizzare il posizionamento su keyword meno battute.

La scelta delle parole chiave è quindi davvero di fondamentale importanza per poter garantire una posizione su Google che non vada oltre la prima pagina. Esistono degli utili tool che vi consentono di trovare le parole chiave meno abusate.

Lavorare sul sito per cercare di migliorare il posizionamento

Per migliorare il posizionamento su Google bisogna cercare di lavorare e migliorare concretamente il proprio sito. Non basta, quindi, rivolgersi a delle parole chiave altamente competitive se non si cerca allo stesso tempo di migliorare i contenuti rendendoli appetibili. Quali sono le caratteristiche sulle quali lavorare?

  • Migliorare la user experience. Ad esempio cercare di diminuire le tempistiche per caricare la pagina del vostro sito, oppure realizzare una versione di sito per mobile che sia davvero efficace e semplice da usare.
  • Cercare di usare un dominio che sia credibile, e che come tale sia anche una garanzia di qualità e di sicurezza per le persone che ci cliccano sopra alla ricerca di una risposta, di un prodotto o di un servizio.
  • Cercare di creare dei contenuti che siano originali, di ottima qualità, ben ottimizzati SEO e sufficientemente lunghi, se possibile articoli di 1000-2000 parole e comunque non inferiori alle 600 parole. Nessun cliente si sente soddisfatto leggendo un articolo di poche righe, ma neppure leggendo un articolo molto lungo e senza sostanza: più qualità ai contenuti.
  • Cercare di garantire la massima sicurezza delle pagine del sito, se avete un e-commerce. Una delle grandi preoccupazioni dei clienti è quella di non vedersi garantire la sicurezza al momento della transazione, dovete sempre poter garantire questo aspetto.