anchor text seoDato che si sente spesso parlare di anchor text e della sua importanza, è anche utile andare a capire di cosa si tratta e in che modo è possibile ottimizzare il tutto per avere dei vantaggi dal punto di vista della SEO. Ebbene sì, sebbene queste possano sembrare delle semplici parole, con lo stesso valore di tante altre, non è così. Andiamo, però, per gradi e iniziamo a spiegare cosa si intende per anchor text e perché queste cosiddette ancore sono così importanti all’interno di un determinato testo!

Anchor text: le basi

Prima di arrivare a capire come si devono ottimizzare questi elementi, è utile sottolineare che si parla di testo di ancoraggio per indicare quelle parole sulle quali, poi, vengono inseriti i link. Utilizzare un certo tipo di anchor text porta degli inequivocabili benefici dal punto di vista dell’ottimizzazione e del posizionamento delle keywords relative ad un dato testo anche se, come è bene sottolineare, non si deve mai abusare. Proprio perché a un certo punto i SEO hanno iniziato a usare a cuor leggero queste parole, Google ha deciso di prendere dei provvedimenti. Il più noto tra tutti gli algoritmi è, senza dubbio, Penguin, che è stato messo a punto per scoraggiare l’utilizzo di troppi testi di ancoraggio con sempre la stessa chiave, anche detta chiave secca.

A questo punto, allora, ci si deve domandare in che modo ci si debba muovere e come ottimizzare gli anchor text per far piacere ai motori di ricerca e, in primis, a Google.

La prima cosa da fare è scegliere testi descrittivi. Insomma, si deve cercare di fare in modo che il testo di ancoraggio vada a dare effettivamente una idea di quello che poi sarà il contenuto della pagina linkata. Evitare  sempre i link senza alcuna affinità con il testo scritto.

Attenzione, però, a non essere prolissi: il testo deve sì assere descrittivo, ma anche breve e coinciso. Inoltre, è sempre utile andare a formattare i testi dei link così da renderli immediatamente individuabili. In questo modo si evita che possano essere cliccati per sbaglio o che possano passare inosservati, nella peggiore delle ipotesi. L’ultimo consiglio, anch’esso molto valido, è quello di utilizzare degli anchor text anche per link interni al sito, che sono sempre molto importanti e da mettere in risalto!

Ecco, quindi, le migliori tipologie di anchor text da utilizzare:

  1. Ancore a corrispondenza parziale: si inserisce la keyword principale e un termine correlato.
  2. I sinonimi e i correlati: uso come testo ancorato o dei termini correlati o dei sinonimi.
  3. Nome Brand: questa tipologia è da sfruttare per fare in modo che il brand acquisisca visibilità.
  4. URL: si usa l’URL della pagina che si vuole posizionare.
  5. Generica: stiamo parlando del clicca qui e simili