Domanda da un milione di dollari: come scrivere un guest post perfetto, un articolo sponsorizzato che non appaia troppo pubblicitario e fornisca informazioni utili all’utente?

Generalmente ci si trova a scrivere un guest post per fini prettamente pubblicitari, per esempio per far conoscere la propria attività appena nata o per incrementare la propria visibilità on line riuscendo ad arrivare così a un pubblico potenzialmente interessato.

È ciò che in gergo viene definito traffico qualificato, che in questo caso proverrà da siti referral, piuttosto che da motori di ricerca (traffico organico) o da social network o ancora da traffico diretto.

Sebbene il guest post abbia motivazioni pubblicitarie, come abbiamo visto, è il caso di scrivere articoli il più possibile informativi e realmente utili per l’utente. Come fare? Ecco a voi 5 consigli utili da applicare subito.

  1. Occhio al target. C’è link e link e ottenere una citazione o un collegamento da un sito o un portale attinente al vostro è indispensabile. È molto utile riuscire a farsi un’idea, il più possibile approfondita e completa, del pubblico di utenti del sito ospite, così da comprendere se realmente si tratta di utenti potenzialmente interessati al vostro servizio o prodotto. Analizzare l’account Google Analytics del sito in questione è fondamentale, quantomeno dal punto di vista dei dati anagrafici dell’utenza.
  2. 2. Non è indispensabile ottenere un link dofollow e, a volte, può bastare anche una semplice menzione. Il link building dovrà essere il più possibile naturale e spontaneo; infatti non vi insospettirebbe una serie di articoli sponsorizzati tutti uguali dal punto di vista dell’anchor text, della tipologia del link e della sua posizione all’interno del testo? Variare, in questi casi, è molto importante.
  3. L’abbiamo già detto in apertura: cercate di scrivere un articolo utile e di piacevole lettura. Mettetevi nei panni degli utenti del sito ospite e provate a individuare gli argomenti più caldi, di maggior interesse. Per evitare di trattare un argomento già ampiamente discusso è sempre una buona idea fare una veloce ricerca all’interno del sito.
  4. Nella redazione dell’articolo non dimenticate le più elementari regole di leggibilità. Evitate frasi e periodi molto lunghi, fate uso (non abuso) di punti elenco e grassetto, per evidenziare passaggi importanti. Verificate le chiavi correlate più importanti della keyword primaria che avete individuato, così da facilitare l’indicizzazione e il buon posizionamento del vostro articolo.
  5. Una volta pubblicato l’articolo è il caso di monitorarlo per un po’ di tempo. Rispondete sempre ai messaggi e ai commenti sui profili social del sito ospite e cercate di procurarvi le statistiche di lettura del vostro guest post. Non c’è niente di meglio che imparare dai propri errori!